fbpx

IL SUPRAMONTE FRA GROTTE E CANYON

The hinterland of the Golfo of Orosei

Ph Shutterstock.com di Alexandra Suslovu - Su Gorropu

Da Orosei a Dorgali: i 21 chilometri che separano i due maggiori centri delle Baronie sono circondati dalla macchia mediterranea e da imponenti costoni rocciosi. E’ questo il panorama che accompagna i viaggiatori fino alla Grotta di Ispinigoli, al cui interno è presente la stalattite più alta d’Europa: una colonna di 38 metri che congiunge la base con la sommità della struttura. Per arrivare al fondo si devono scendere 280 gradini che portano alle viscere della cavità: si tratta di uno spettacolo raro a vedersi. A 12 chilometri di distanza, percorrendo la s.s. 125 e poi la s.p. 38, si trova il villaggio nuragico di Serra Orrios, uno dei più grandi e meglio conservati dell’intera Sardegna, circondato da ulivi millenari: risale al XVI secolo a.C. e racconta attraverso i resti composti da sei isolati formati da 5-6 capanne disposte a cerchio, due tempietti e un pozzo per l’acqua al centro, la misteriosa vita quotidiana dei popoli nuragici. Rientrando sulla Orientale Sarda s.s. 125, dopo circa 40 minuti in direzione sud arriviamo nei pressi di un autentico monumento naturale: la Gola di Su Gorroppu, che si apre in tutta la sua magnificenza nel cuore del Supramonte fra imponenti pareti calcaree a strapiombo che raggiungono i 400 metri di altezza, è una sorta di grand canyon d’Europa. La zona è ricca di piante endemiche, boschi di lecci, pendii e falesie traforate da rocce: per questo si presta a passeggiate a piedi, arrampicate e spettacolari itinerari di trekking.

ENG From Orosei to Dorgali: the 21 kilometers which separate the two major towns of the Baronie region are surrounded by Mediterranean shrubbery and imposing rocky slopes. This is the panorama that accompanies the traveler right up to the Grotta di Ispinigoli, where you can find the tallest stalactite of Europe: a column of 38 meters connecting the base with the ceiling of the cave. To reach the bottom, one has to descend the 280 steps leading to the innards of the cavity: it is a phenomenon one can rarely admire. At 12 kilometers’ distance, driving on the highway s.s. 125 and subsequently provincial road s.p. 38, you can find the Nuragic settlement of Serra Orrios, one of the largest and best-kept on the entire island, in the midst of ancient olive trees: it goes back to the sixteenth century BCE and it tells you the mysterious daily life of the Nuragic peoples, by way of the remains consisting of six isolated specimen of 5 to 6 huts set up in a circle, two small temples, and a water well in the center. Returning on the highway Orientale Sarda s.s. 125, after about 40 minutes’ driving southwards, we arrive near an authentic natural monument: the Gola di Su Gorroppu, which opens up for you in all its magnificence in the heart of the Supramonte region, surrounded by impressive calcareous vertical mountainsides reaching as high as 400 meters. It can be considered Europe’s grand canyon. The area features lots of endemic plants, holm oak woods, slopes and cliffs perforated by rocks and it is therefore suitable for climbing and spectacular hiking tineraries.

Sardinia Magazine è un progetto di promozione turistica ideato e sviluppato da:

EDITORE
Sardinia Magazine Srl
Viale Regina Margherita 30, Cagliari
P.Iva 02667520924
Registrazione Tribunale di Cagliari n. 04/06.
Direttore Responsabile: Fabio Usai

Puoi contattarci utilizzando i riferimenti in basso.

E-mail: sardiniamagazine@gmail.com