fbpx

L’amore per i cavalli e i successi nel salto ostacoli.

Il campione Andrea Rossi si racconta

L’antica “Sardinia” è da sempre terra di cavalli. Simbolo di libertà ed eleganza, questi nobili animali appartengono allo “spirito” dell’isola: definiscono il suo paesaggio, l’economia rurale, le antiche tradizioni sociali, culturali e, non da ultimo, sportive. Il cavallo in Sardegna non è solo il magnifico protagonista delle principali manifestazioni regionali – dalla Festa di Sant’Efisio a Cagliari alla Sartiglia di Oristano, dalle corse di galoppo a processioni, sagre e pariglie – ma si è ritagliato un posto di primo piano in uno sport che regala spettacolo ed emozioni uniche: il salto ostacoli. A raccontarci un po’ di se’ e di quanto sia cresciuta in Sardegna questa affascinante disciplina olimpica è Andrea Rossi, cagliaritano doc, classe 1981, responsabile del Centro Ippico “Is Alinos” di Maracalagonis. Istruttore di secondo livello e cavaliere di secondo grado della Fise (Federazione Italiana Sport Equestri), Rossi è già Campione sardo a 360 gradi, dal salto ostacoli, al completo, al dressage.

Andrea Rossi  Responsabile Centro Ippico “Is Alinos” di Maracalagonis CA

“Da quando mi sono affacciato al mondo del salto ostacoli – racconta – ho assistito ad una crescita esponenziale dei numeri e della qualità dei cavalli e degli investimenti da parte dei circoli ippici, degli addetti ai lavori, degli sponsor e degli appassionati. Oggi molti atleti, anche tra i nostri allievi, hanno due o tre cavalli a testa, hanno il loro camion per il trasporto e gareggiano sempre più spesso fuori dall’isola, sostenendo costi importanti. Quando ho cominciato io, tutto questo era fantascienza. Avevi un solo cavallo e quello dovevi farti bastare”.

Oggi di cavalli a “is Alinos” ce ne sono più di 100. Un exploit frutto dell’impegno e della sconfinata passione di Rossi per questo sport. “Quando sono venuto a lavorare qui – ricorda – non c’era quasi niente. Volevo un posto da gestire in autonomia e grazie alla fiducia di Nanni Pinna, proprietario del centro ippico e allevatore, che mi ha dato carta bianca su tutto, sono riuscito a realizzare questo sogno. Ho cominciato portando in manéggio 4 cavalli e utilizzando pochi box e un solo rettangolo. Lavorando sodo e investendo, sono arrivati tanti cavalli, allievi, nuove strutture. ‘Is Alinos’ è casa mia. Fino a pochi anni fa abitavo qui con la mia famiglia, che mi ha sempre sostenuto. Faccio di media 8 ore di lezione al giorno. Le vacanze sono cosa rara. I momenti duri non mancano, ma questo non mi pesa. E’ la ragione per cui mi sveglio ogni mattina alle 6.30 e stacco la sera alle 21. È ciò di cui non riesco a fare a meno. È la mia vita”.

Gli occhi di Andrea Rossi brillano mentre parla del suo lavoro. E pensare che da ragazzo si era iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza e meditava di fare l’avvocato. Più che in un’aula di tribunale, però, Rossi si sentiva a suo agio in sella a un cavallo. “Avevo poco più di 5 anni quando ho cominciato. Da bambino suonavo il pianoforte e i figli della mia insegnante di musica andavano a cavallo. Un giorno provai anch’io. Mi sentii un tutt’uno con quel magnifico animale. Per 6 mesi continuai a suonare il pianoforte e ad andare a lezione al ‘Campo Rossi’ di Cagliari, poi non ebbi più dubbi. Scelsi l’equitazione”.

Il tecnico di ‘Is Alinos’ comincia il suo percorso equestre sotto la guida del grande campione Paolo Racugno, nato a Iglesias nel 1917 e scomparso nel 2018 a 101 anni. Il ‘Dottore’, come lo chiamavano tutti, è stato il primo olimpionico sardo. Insieme ai fratelli d’Inzeo ha fatto la storia dell’equitazione, partecipando nel 1956 alle Olimpiadi di Stoccolma di salto ostacoli.
“Racugno è stato come un padre per me. Un maestro immenso, a cui ero legato da un profondo affetto. Mi ha insegnato a non avere paura. Proverò sempre per lui un’immensa riconoscenza – dichiara commosso Andrea Rossi -. Sotto la sua guida, a 11 anni ho partecipato ai Giochi della Gioventù; a 13 sono arrivato decimo ai Campionati Italiani di salto ostacoli a Padova. A 14 ho vinto il Campionato Regionale Assoluto e ho conseguito il Primo Grado. I ricordi sono tanti. Sono stato suo allievo fino ai 21 anni. Poi è arrivato il resto. Un periodo all’Ippodromo di Cagliari. La decisione di diventare un cavaliere professionista e un istruttore. Cerco ogni giorno di migliorare come cavaliere e di essere un bravo maestro per i miei allievi. Vederli crescere e portarli a ottimi livelli mi riempie di soddisfazione. Oggi – svela Andrea Rossi – sogno di portare a Cagliari un evento internazionale di salto ostacoli. Non è facile, ma ce la metterò tutta. Io non mollo mai”.

Country Club – S.S. 125 Km. 17,600, Maracalogonis (CA) – cisalinos@gmail.com

Sardinia Magazine è un progetto di promozione turistica ideato e sviluppato da:

EDITORE
Sardinia Magazine Srl
Via Cocco Ortu n.89 – 09128 Cagliari
P.Iva 02667520924
Registrazione Tribunale di Cagliari n. 04/06.
Direttore Responsabile: Fabio Usai

Puoi contattarci utilizzando i riferimenti in basso.

E-mail: sardiniamagazine@gmail.com